Cos’è Nati per Leggere
Ogni bambino ha diritto ad essere protetto non solo dalla malattia e dalla violenza ma anche dalla mancanza di adeguate occasioni di sviluppo affettivo e cognitivo. Questo è il cuore di Nati per Leggere, che dal 1999 ha l’obiettivo di promuovere la lettura in famiglia sin dalla nascita. È  scientificamente dimostrato che leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare ha una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale sia cognitivo e consolida nel bambino l’abitudine a leggere, che si protrae nelle età successive grazie all’approccio precoce legato alla relazione.
NpL è promosso dall’alleanza tra bibliotecari e pediatri attraverso ACP Associazione Culturale Pediatri, AIB Associazione Italiana Biblioteche e CSB Centro per la Salute del Bambino onlus.
In Friuli Venezia Giulia il Progetto è presente dal 2000 e dal 2008 è attivo il coordinamento regionale.
Nel 2015 è stato siglato dalla Regione, con CSB onlus, AIB-Sezione FVG, Damatrà onlus,  ACP e l’Ufficio scolastico regionale, l’Accordo multisettoriale per la promozione della lettura in età 0-18, di cui NpL costituisce il primo tassello.
Nati per Leggere è presente alla Biblioteca comunale Quarantotti Gambini di Trieste dal 2000 e dal 2009, grazie all’avvio del Progetto regionale, propone alle famiglie incontri a cadenza regolare, che negli anni si sono diffusi in maniera sempre più capillare sul territorio, arrivando a coprire l’intera provincia da Sistiana, all’Altipiano fino a Muggia, grazie alla collaborazione con il Comune di Trieste e varie realtà pubbliche e private, che hanno aderito alla rete di questo progetto di comunità.
Attualmente al Progetto locale Nati per Leggere aderiscono a Trieste la Biblioteca comunale Pier Antonio Quarantotti Gambini (biblioteca di riferimento NpL provinciale che ne coordina le attività sul territorio), la Biblioteca comunale Stelio Mattioni, due punti lettura della Biblioteca Diffusa comunale – Tram dei Libri Punto Lettura NpL di Opicina e la Biblioteca rionale Saffi di San Giovanni -, la Sezione Ragazzi della Biblioteca Slovena e degli Studi / Oddelek za mlade bralce – Narodna In študijska knjižnica,  la Biblioteca dell’Associazione Italo Americana FVG – American Corner, la Libreria Lovat, il Punto Lettura Nati per Leggere Nuovo Guscio, l’Ambulatorio Amico di via Oriani 4, il Posto delle Fragole di San Giovanni e lo Spazio Donna e Mamma di via Mazzini 46, questi ultimi due con attività per genitori in attesa e neo genitori con bebè 0-12 mesi. In provincia NpL è presente alla Biblioteca Comunale Edoardo Guglia di Muggia e alla Ludoteca Pollicino di Sistiana.
NpL Trieste aderisce al progetto multiculturale Un Mondo di Storie, ideato dalla  Biblioteca comunale Pier Antonio Quarantotti Gambini con la Biblioteca del Mondo ACCRI di Trieste.
Infine NpL Trieste organizza eventi promozionali in occasione di festival, mostre e manifestazioni.
Dalla primavera 2019 è stato avviato il Progetto Coroneo, promosso dal progetto locale Nati per Leggere Trieste, con il sostegno del Centro per la Salute del Bambino e dell’Ufficio del Garante per i Diritti dei Detenuti del Comune di Trieste, condiviso con la Casa Circondariale “E. Mari”. Il progetto si propone di fornire ai genitori strumenti per stabilire o rafforzare la relazione con i propri bambini nonostante gli ostacoli conseguenti alla detenzione, organizzando incontri di sensibilizzazione e di laboratorio con i genitori detenuti per sostenerli nel loro ruolo, e con i genitori liberi e i bambini nella sala d’attesa prima dei colloqui.

I Volontari
I Volontari, dopo aver acquisito nell’ambito di uno specifico percorso formativo, competenze di base, sostengono i bibliotecari e i pediatri nell’opera di sensibilizzazione delle famiglie sull’importanza della lettura ad alta voce e nella gestione delle attività di lettura. Possono operare in vari contesti, frequentati dai bambini e dai loro genitori (percorsi nascita, ambulatori pediatrici, biblioteche, spazi gioco, parchi, librerie, ecc.).
I volontari che operano a Trieste e provincia sono iscritti all’Associazione Linea Azzurra, che dal 1989 si occupa di sostegno ai minori e alle famiglie, con programmi di socializzazione volti a favorire la relazione.

Materiali e informazioni
Nei punti aderenti al Progetto locale NpL sono disponibili i calendari degli incontri e il pieghevole Gli Irrinunciabili, contenente consigli di lettura rivolti a famiglie ed educatori, che viene prodotto annualmente dai bibliotecari del Friuli Venezia Giulia e distribuito gratuitamente grazie al finanziamento regionale.
Calendario e pieghevole sono anche scaricabili sul sito

Incontriamoci #abassavoce
L’hashtag #abassavoce, lanciato da NpL per promuovere la lettura in famiglia, sottolinea la capacità del tono della voce di creare un legame intimo, un momento di complicità, di sicurezza, che contribuisce a costruire e consolidare la relazione tra adulto e bambino.
Nati per Leggere Trieste ha scelto di utilizzare questo hashtag come titolo degli incontri che propone, per sottolineare come non  siano uno spettacolo d’intrattenimento ma un’occasione per le famiglie di sperimentare la lettura condivisa quale strumento prezioso di relazione affettiva e culturale tra grandi e piccoli. I volontari forniscono inoltre consigli sulla lettura in età precoce e distribuiscono materiali informativi.
Durante la bella stagione gli incontri #abassavoce si tengono soprattutto all’aperto, allo scopo di raggiungere, nei contesti ricreativi maggiormente frequentati, quante più famiglie possibile, per mostrare loro il piacere che i bambini provano ascoltando le storie anche quando gli stimoli esterni potrebbero essere fonte di distrazione.

Nati per Leggere consiglia
Da ottobre a maggio, alla libreria Lovat, inserita nel circuito NpL delle librerie Amiche delle Bambine e dei Bambini, si organizzano incontri sui libri per la prima infanzia, tra novità editoriali e classici intramontabili. Gli appuntamenti, rivolti a genitori, educatori, insegnanti e adulti interessati, si propongono come un’occasione di dialogo sui libri di qualità tra Antonella Farina, referente provinciale NpL, e il pubblico, nonché di ascolto delle letture dei volontari.